Segnala: difendi i tuoi diritti

In questa sezione, vogliamo segnalare alcune risorse e strumenti che riteniamo utili:

DISCRIMINAZIONI (per etnia, religione, orientamento sessuale, disabilità…)
L’OSCAD (Osservatorio per la Sicurezza contro gli Atti Discriminatori) riceve le segnalazioni di atti discriminatori attinenti alla sfera della sicurezza, per monitorare i fenomeni di discriminazione determinati da origine etnica o razziale, credo religioso, orientamento sessuale, handicap. Può inoltre attivare, alla luce delle segnalazioni ricevute, interventi mirati sul territorio, da parte della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri. (Maggiori informazioni)

FAKE NEWS
Per segnalare una notizia “fake” trovata on line nelle reti social basta seguire le semplici istruzioni a questo link. Sia Facebook sia Twitter nel 2018 hanno inserito delle funzioni molto rapide per segnalare contenuti sospetti, e contrastare l’odioso fenomeno delle fake news. La vostra segnalazione attiva il gestore della piattaforma per l’eventuale oscuramento del contenuto, inviando gli atti all’autorità giudiziaria nel caso emergano aspetti di rilevanza penale. (Link al servizio)

PROFESSIONISTI E COMPORTAMENTI SCORRETTI
I professionisti iscritti agli Ordini professionali (es: giornalisti, psicologi, medici, avvocati, assistenti sociali…) sono tenuti al rispetto dei regolamenti deontologici a cui è legata la loro professione. Se un cittadino ritiene che un professionista stia violando la deontologia professionale (es: un giornalista che pubblicizzi come vera una notizia palesemente falsa), può rivolgersi all’Ordine territoriale a cui è iscritto il professionista, per chiedere di verificare la correttezza deontologica del comportamento dell’iscritto. L’Ordine, una volta ricevuta la segnalazione, può decidere se archiviarla o aprire un procedimento disciplinare, che può risolversi con sanzioni che vanno da un semplice richiamo dell’iscritto sino alla sua sospensione o radiazione (per casi di estrema gravità) dall’Albo professionale. Sull’Albo nazionale legato a ciascuna professione è facilmente verificabile l’Ordine locale (regionale/provinciale) a cui è iscritto il professionista, che è l’ente a cui va inviata la segnalazione.

VIOLENZA DI GENERE
– il Numero di pubblica utilità 1522 è attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile, con un’accoglienza disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale. (maggiori informazioni)
– Alla Rete D.i.RE aderiscono 80 Centri antiviolenza in tutta Italia. Grazie alla loro accoglienza telefonica, ai colloqui personali, all’ospitalità in case rifugio, alla consulenza psicologica e legale, aiutano e sostengono le donne nel percorso di uscita dalla violenza. (maggiori informazioni)

Annunci