Chi siamo

cittsost gruppo ottobre 2018

Cittadini Sostenibili è un progetto nato a Genova nel 2017 con la finalità di promuovere comportamenti e scelte sostenibili in termini ambientali, sociali ed etici. Le attività del gruppo sono volte a sensibilizzare:

  1. Decisori politici, segnalando specifiche problematiche del territorio e proponendo possibili soluzioni;
  2. Cittadini, fornendo strumenti di informazione, cittadinanza attiva e consumo consapevole;
  3. Altri Enti (pubblica amministrazione, privati, associazioni…), promuovendo la creazione di reti e collaborazioni virtuose.

***

 

Cittadini Sostenibili è un gruppo informale, un’associazione “di fatto”, aperta a tutti i contributi, che si riunisce una volta al mese al Centro Banchi o in locali plasticfree del centro storico di Genova.

Siamo presenti e comunichiamo su Facebook, Instagram, LinkedIn, tramite il blog WordPress e la newsletter trimestrale.

Nel 2018 abbiamo lanciato diverse campagne ambientali accomunate da un criterio: proporre iniziative di facile realizzazione e di alto impatto ecologico allo stesso tempo.

La campagna di raccolta delle scarpe e infradito usate, ad esempio, valorizza un progetto già esistente di AMIU ed Esosport, che consente di realizzare pavimenti anticaduta per aree giochi dal riciclo della gomma. Abbiamo realizzato un volantino con la mappatura dei punti raccolta esistenti e il rilancio catching del progetto, con un esito di oltre 50mila visualizzazioni su Facebook. Abbiamo poi favorito l’apertura di 8 nuovi punti raccolta in città, e la riattivazione di quelli esistenti ma non operativi. Abbiamo ottenuto una mozione approvata in Municipio I per l’apertura di punti raccolti in tutti i plessi scolastici del territorio.

La campagna per la raccolta differenziata dell’olio esausto, uno dei materiali più devastanti se smaltiti nelle fognature, ci ha visti promuovere l’apertura di nuovi punti raccolta (progetto AMIU già esistente e accessibile), e ottenere l’approvazione di mozioni a tema nei Municipi I, VI e VII. Stiamo inoltre accompagnando tre realtà significative di Genova nell’apertura di punti raccolta dedicati.

La campagna per l’applicazione della legge nazionale sul vuoto a rendere è cominciata con una petizione a tutti i municipi genovesi, con i quali abbiamo svolto singole audizioni perorando la sperimentazione del vuoto a rendere negli esercizi di ristorazione. Abbiamo portato il tema in Assessorato all’Ambiente e al Turismo del Comune. Abbiamo preso contatti con realtà associative e imprenditoriali operative nel settore, come Worldrise, Amico Bicchiere, LessGlass e RiCibo, sostenendo le sperimentazioni in cui sono coinvolte sul nostro territorio.

Abbiamo fatto richiesta al Municipio I per l’aggiunta di rastrelliere per biciclette in Piazza Nunziata.

Abbiamo documentato per un mese gli sversamenti errati o irregolari nei bidoni della differenziata, chiedendo ad AMIU e Comune di applicare monitoraggi e sanzioni per disincentivare comportamenti dannosi alla collettività.

I nostri canali di comunicazione web creano, valorizzano e divulgano quotidianamente contenuti di sensibilizzazione ambientale e civica, molto apprezzati e ricondivisi come denotano i report d’impatto.

Abbiamo organizzato insieme a Libera e ADESSO l’evento di raccolta fondi Più Alberi e Meno Mafie, sostenuto da un’ampia rete di associazioni ambientali, sociali e culturali. Una serata musicale al Centro Banchi il cui ricavato sostiene il progetto Treedom di riforestazione sui terreni confiscati alla mafia.

 

***

Stiamo lavorando a tante nuove campagne ed iniziative. Una sfida ai partiti locali sulla realizzazione di feste di partito plasticfree. Un’azione di guerrilla gardening su spazi verdi incolti della città, grazie a segnalazioni raccolte da decine di cittadini. La valorizzazione e divulgazione di progetti e realtà già operativi dal forte impatto ambientale, ma fino ad oggi comunicati poco o niente. Momenti formativi e laboratoriali su riciclo, riuso e stili di vita sostenibili. Una campagna per le buone pratiche sostenibili in Università. E tanto altro, in base alle energie, ai volontari e alle idee che arriveranno.

cittsost dicono di noi

Annunci